Skip to main content

L’ avventura sulla Ciclovia Alpe Adria Bike

2017-07-17 09.05.19L’ avventura sulla Ciclovia Alpe Adria Bike

 

E’ stata votata la migliore ciclabile Europea nell’anno 2015. Sicuramente più fattori hanno contribuito a far si che fosse eletta, noi un gruppo di amici cicloturisti abbiamo voluto percorrerla da Salisburgo a Grado pedalando per 410 km. Da Berbenno in furgone con bici e bagagli al seguito l’amico Stefano ci ha portato a Salisburgo dove, dopo aver alloggiato ci siamo concessi la visita alla citta’ patrimonio dell’Umanita’ e dell’Unesco conosciuta nel mondo per la sua architettura barocca e per il suo rapporto con la musica, diede i natali a Mozart. Lasciata Salisburgo abbiamo subito preso la ciclabile nel mezzo dei paesaggi pittoreschi ed incantevoli che l’Austria offre. Cinque tappe dagli 80-90 km ciascuna, 210 km in Austria e 200 in Italia, in Austria attraverso la ciclabile dei Tauri fino alla fortezza di Honenwerfen dove abbiamo assistito ad uno spettacolo con i falconieri, poi a salire fino a Bad Gastein caratteristico centro turistico a mt 1200 prima della galleria qui’ abbiamo caricato furgone e bici sul treno lungo il tunnel di 10 km per poi sbucare a Mallntz e giu’ in bici nella stupenda Carinzia lungo la bella ciclabile della Drava passando da Spittal an der Drau fino a Villaco dove da li siamo saliti verso il Tarvisio . Qui la ciclabile affianca per un pezzo la strada fino al passo poi segue un suo percorso ben preciso quello della vecchia ferrovia dismessa passando da Pontebba, Chiusaforte fino a Resiutta. Sempre a scendere abbiamo fatto una sosta d’obbligo quella presso il caratteristico borgo medioevale di Venzone ritenuto uno dei piu’ bei borghi d’Italia poi attraverso i paesi terremotati nel’76, Spilamberto, Gemona ,Tricesimo a raggiungere Udine e giu’ verso Palmanova la citta’ stellata a 9 punte e la citta’ romana di Aquileia fino a raggiungere il mare a Grado . Una escursione cicloturistica veramente bella , ogni giorno nuovi paesaggi, nuovi borghi e nuovi paesi ed e’ questo il leitmotiv del cicloturista. Alla prossima

 

Il Gruppo

Cena Silvio Moncecchi Remo Azzalini Cinzia Covre Daniela Curioni Marialuisa Crotti Pierangelo Fumasoni Roberto Locatelli Valerio Gianatti Stefano

 

 

DSCN0985 (1)   DSCN1034    DSCN1022    DSCN1018    DSCN1012    DSCN1011    DSCN1003    DSCN0981    DSCN0978    DSCN0975    DSCN0956    20170720 100400    20170717 144517    20170717 130424    2017-07-20 08.52.27    2017-07-17 09.05.19    2017-07-16 18.18.44

Giro d’Italia 2017

                                 GIRO D’ITALIA 2017

 

Giro d'Italia 2017
Giro d’Italia 2017

Noi eravamo presenti

Il 23 Maggio 2017 la carovana del giro d’Italia ha fatto tappa a Bormio. Da Rosetta (Bs) a Bormio, attraverso passi come il Mortirolo, lo Stelvio e l’Umbrail. La giornata di sole ha permesso a noi soci di salire già di buon mattino assieme ai migliaia di appassionati delle due ruote verso lo Stelvio. Uno spuntino rifocillatore alla 2° cantoniera, punto dove il nostro sodalizio era presente con il gazebo e lo striscione, ma più di tutto con della buona bresaola dell’ottimo salame e formaggi, il tutto accompagnato da salsicce alla griglia con birra e del buon vino locale a volontà . In molti hanno apprezzato la nostra iniziativa, la nostra generosità ha reso partecipe alla festa personaggi come Felix da Cali in Columbia venuto per tifare Quintana, pare sia suo zio (anzi è suo zio abbiamo avuto la conferma dopo) e Mila la simpatica fotoreporter giapponese che ha molto apprezzato la bresaola ed il vino. Noi eravamo presenti , ma non potevamo mancare quando il giro passa allo Stelvio o al Mortirolo per noi ciclisti è come per i musulmani recarsi alla Mecca. Al prossimo pellegrinaggio ……

Punta ALA 28 aprile 01 maggio 2017 (clicca qui per vedere l’articolo intero)

foto n. 4Punta ALA 28 aprile 01 maggio 2017

Era un’alba fredda e piovosa quella che ci ha visti raccolti in gruppo in quel di Berbenno pronti per la partenza della ns. sospirata gita sociale 2017.

Le premesse climatiche non erano delle migliori ma tutti si fidavano delle previsioni meteo per le ore ed i giorni a venire.
Furgoni e furgoncini carichi di persone e di Mtb e via verso il mar Tirreno ed il promontorio di Punta Ala sede della location per una tre giorni che si sperava piena di “avventure”!  (altro…)